Kik: ecco come funziona l’app di messaggistica per farsi compagnia

Nata nel 2010 da alcuni studenti dell’Università di Waterloo, l’app Kik ha dovuto attendere solamente 15 giorni per raggiungere il primo milione di utenti registrati.

Utilizzando Kik non potrai solamente parlare con singole persone o con gruppi, ma anche giocare con le app integrate al dispositivo e scambiare con i tuoi interlocutori contenuti multimediali di vario genere (foto, meme, disegni fatti a mano, video e stickers).

Come funziona Kik

Login

L’applicazione è scaricabile gratuitamente da Apple Store e Play Store, si adatta a qualsiasi tipo di dispositivo e funziona solamente con il proprio indirizzo mail (non è necessario inserire il proprio numero di telefono come nelle app di messaggistica più note).

Al momento dell’autenticazione infatti dovrai semplicemente scegliere nome, password e confermare la propria identità cliccando nella mail che i gestori hanno appena inviato all’indirizzo indicato.

Trova e conosci

Kik ti consente sia di trovare facilmente persone che già conosci, che di incontrarne di nuove in cerca di farsi compagnia.

Nel primo caso l’applicazione importerà direttamente i contatti della tua rubrica, nel secondo dovrai essere tu a premere sulla lente d’ingrandimento in basso a destra e cercare manualmente il nickname della persona che vuoi aggiungere ai tuoi contatti.

Non riesci a trovare nessuno con cui parlare?

Ti basterà semplicemente cliccare prima sulla lente di ingrandimento, poi sul bottone Boot Shop.

Non sarà come parlare con una persona vera ma potrai comunque selezionare gli interessi di cui parlare durante la vostra conversazione.

Nel caso in cui tu avessi il problema opposto, potrai invece creare o partecipare ad un gruppo.

Per partecipare dovrai necessariamente aspettare di essere aggiunto da uno dei partecipanti.

Per crearne uno nuovo invece dovrai prima cliccare sulla lente d’ingrandimento poi, una volta comparso il menù, selezionare “Crea Gruppo” ed i contatti da inserire al suo interno.

Fai attenzione a coloro che selezioni perché, dopo essere stati aggiunti, quei contatti non potranno più essere rimossi.

Problemi di Kik

Nonostante l’applicazione abbia ancora oggi un enorme successo, nel corso degli anni ha dovuto affrontare numerosi problemi, soprattutto riguardanti fake e pornografia.

Nel 2016 Kik infatti fu accusata di favorire lo scambio di pornografia infantile e l’organizzazione di incontri con minori, facilmente avvicinabili sul social.

Da allora la piattaforma ha fatto numerosi sforzi per risolvere il problema ed ha continuato a guadagnare la fiducia di numerosi utenti, che continuano a sceglierlo per trovare compagnia.

Commenta Qui sotto

commenti

Tags:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi