Criptovalute : il valore sale a 110 miliardi – rischio bolla?

Il mercato delle criptovalute sfonda quota 110 miliardi.

Un’ascesa vertiginosa considerando che a gennaio  il market cap non superava i 20 miliardi.

Criptovalute  trainanti : il BitCoin

La crescita più poderosa è sempre quella del BitCoin, pilastro delle criptovalute che si attesta a 2800 dollari per unità.

La criptovaluta da sola incide sul 40% del mercato ed ha una capitalizzazione sopra ai 45 miliardi.

Non solo BitCoin

Non solo BitCoin, anche Ether è volata a picchi oltre i 400 dollari, raggiungendo una capitalizzazione di 36 miliardi.

Oltre a lei pure Ripple sfiora un valore complessivo di 10 miliardi contro i 236 milioni con il quale aveva inaugurato gennaio.

Un’offerta di criptovalute cloni di BitCoin sempre più in crescita e destinate a dominare l’economia mondiale.

Un successo inatteso

L’ascesa del BitCoin ed in generale delle criptovalute è stata inaspettata. L’improvviso exploit delle valute è stato influenzato da più fattori chiaramente. Uno in particolare : gli attacchi informatici.

Casi come quello di WannaCry del mese passato hanno puntato i riflettori sulle criptovalute, aumentandone l’interesse.

Due giorni prima dell’attacco un BitCoin valeva 1800 dollari, un mese dopo ne valeva 2800.

Rischio bolla speculativa

Quello che da sempre accompagna le criptovalute è il rischio di una bolla speculativa. L’euforia degli scambi infatti non ha attirato solo entusiasmo. Molti analisti si sono detti scettici e hanno già messo tutti in guardia sul possibile rischio bolla.

Le debolezze strutturali del BitCoin non fanno altro che incrementare questo rischio. Dubbi sugli scopi per i quali vengono utilizzati, eccessi di volatilità e rischio di speculazione interna verso chi non è troppo ferrato.

I limiti

Fin dalla loro creazione i BitCoin sono stati progettati per essere un numero finito. Il limitCriptovalutee di emissione è di 21 milioni di BitCoin dopo i quali non sarà più  possibile fare Mining, attività con i quali vengono creati.

L’argomento è fumoso dal punto di vista giuridico e normativo, anche se qualche spiraglio per la regolamentazione delle criptovalute si sta aprendo.

Il Giappone ha fatto entrare in vigore una legge che riconosce il BitCoin come mezzo puro di pagamento.

Come tutte le innovazioni, anche le criptovalute hanno bisogno di tempo per essere percepite da tutti, e forse quando il tempo arriverà si saranno già sgonfiate.

 

Commenta Qui sotto

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi