Google : Nelle ricerche spunta la scheda Personale

Una nuova feature all’interno dei browser : La scheda personale fa la sua comparsa.

La scheda personale spunta nei browser

Siamo sempre più immersi nel web, dedichiamo parte integrante delle nostre giornata a lavorare e navigare su internet. Google lo sa, Google ci conosce e ci risponde, e ora sa farlo in maniera più diretta.

Ultima trovata dell’azienda di Mountain View è stata la creazione della scheda ” Personale” a fianco delle consuete schede nella ricerca. La sezione è disponibile solo se loggati con il proprio account Google e ci propone contenuti nostri e riservati in un’unica scheda.

Nuove opportunità per i creatori di contenuti

Una grande opportunità anche per gli Advertiser su Google. Nella scheda personale è possibile trovare gli annunci sulla rete di ricerca di AdWords. Si potrà accedere ad un pubblico che è veramente interessato a cosa ha ricercato.

Se ad esempio stessimo cercando la parola “ristorante” e andassimo a vedere i risultati, troveremmo in questa nuova parte un’insieme di email, foto, appuntamenti in agenda o qualsiasi altra cosa legata al nostro account Google che contiene la keyword “ristorante”.

Essere sempre a fianco degli utenti

Essere a fianco dell’utente in ogni aspetto è ormai diventato il modus operandi dell’azienda Californiana.

Cercare di ridurre il gap tra tecnologia e uomo che sempre ha creato un diffidenza nellscheda personalee persone è la nuova missione che Google si impone.

Implementazioni come questa sono solo piccoli dettagli di un grande schema. Il web diverrà il cuore delle attività delle persone, dal lavoro alla vita privata.

Chi per il momento non desidera vedere questa scheda può disattivarla. Basta andare su “impostazioni di ricerca” spuntando la voce “non usare risultati privati”.

Per chi invece non la visualizza, è questione di poco affinché sia implementata di default per tutti gli utenti.

Google evolve i propri sistemi e browser con questa nuova scheda personale. L’innovazione è all’ordine del giorno e Google sa bene come adattare la sua strategia.

 

 

Commenta Qui sotto

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi